+39 3396836770 info@bresciaup.it

Il modulo abitativo all’avanguardia Biosphera 2.0, dopo un tour di 24 mesi arriva in Franciacorta come parte del progetto che coinvolge il Consorzio Franciacorta, MINI e la società di ricerca Thimus.   

Biosphera 2.0, vincitore dell’’ENERGY GLOBE AWARD 2018 – ITALIA, è Il modulo abitativo itinerante realizzato per un progetto di monitoraggio ambientale e fisiologico dell’esperienza abitativa. E’ un edificio attivo, in grado cioè di produrre più energia di quella che necessita per mantenere in modo autonomo gli standard ideali ai parametri vitali umani anche in condizioni climatiche ed ambientali estreme.

Biosphera 2.0 Franciacorta e MINI saranno protagoniste di un hub di ricerca, sviluppato in collaborazione con Thimus, una start-up leader nel settore delle neuroscienze capace di raccogliere dati sugli stati emotivi e cognitivi degli esseri umani impegnati in attività della vita reale.

Thimus realizzerà due ricerche scientifiche, una, in partnership con Franciacorta, sul racconto del territorio e della tradizione vitivinicola e l’altra in partnership con MINI, il MINI Emotional Landscape Experiment, legata all’emozione degli stili di guida sostenibili. Entrambi sono progetti unici nel loro genere, perchè volti ad analizzare scientificamente quei fattori esperienziali che stimolano il cervello umano nelle cosiddette real-life experience.

 

I tester in entrambi gli ambiti di sperimentazione indosseranno dispositivi ad alta tecnologia per cogliere i diversi parametri dell’esperienza, quali un elettroencefalogramma graduato medico (EEG), occhiali eye-tracking di ultima generazione e un GSR per la misurazione della galvanic skin response.

 

MINI Cooper S E ALL4, la prima vettura ibrida del brand britannico, è protagonista di questo progetto, volto a misurare le emozioni di una guida elettrica in Franciacorta.

Sempre attenta alle innovazioni e alla promozione di giovani talenti MINI sceglie di utilizzare per prima neuroscienze e biometria per caratterizzare le emozioni di guida in paesaggi di particolare fascino, quali la Franciacorta, coniugando sensibilità per la guida elettrica con stili di vita sostenibili e amore per la natura.

In questo test, attraverso la raccolta di dati neurologici e biometrici che sfuggono a ogni tipo di test tradizionale, sui visitatori di cinque cantine selezionate per la loro rappresentatività del territorio, Thimus potrà analizzare quali emozioni e processi cognitivi caratterizzano oggi l’esperienza Franciacorta.

Lo scopo del progetto sarà quello di valutare come varia l’attività cerebrale in fase di degustazione dei vini Franciacorta, mettendo a confronto i risultati ottenuti durante la visita in cantina e con l’aiuto della guida, con l’analisi sensoriale e neurologica delle degustazioni svolte in un contesto neutrale come Biosphera. Al termine del progetto sarà prodotto un report per tutte le cantine con indicazioni strategiche su come strutturare le visite per massimizzare la percezione della qualità del prodotto e valorizzare l’esperienza gustativa attraverso lo storytelling, predisponendo positivamente il visitatore all’assaggio dei vini.

Per tale motivo l’efficacia e l’innovazione del metodo di Thimus nell’utilizzo delle neuroscienze riesce a cogliere gli elementi che sfuggono alle normali misurazioni e che influenzano concretamente i comportamenti di tutti i giorni e le scelte di vita.